placeholder

Ristrutturazione dei debiti, effetti per i coobbligati e i soci illimitatamente responsabili

L’art. 20, co. 1, lett. f), del D.L. 118/2021 – applicabile ai procedimenti di omologazione degli accordi di ristrutturazione dei debiti introdotti successivamente al 25.8.2021 – ha inserito l’art. 182-decies del R.D. 267/1942, stabilendo che:

  • ai creditori che hanno concluso gli accordi di ristrutturazione si applica l’art. 1239 c.c., secondo cui La remissione accordata al debitore principale libera i fideiussori.
    La remissione accordata a uno dei fideiussori non libera gli altri che per la parte del fideiussore liberato. Tuttavia se gli altri fideiussori hanno consentito la liberazione, essi rimangono obbligati per l’intero”
    ;
  • nel caso in cui l’efficacia degli accordi sia estesa ai creditori non aderenti, costoro conservano impregiudicati i diritti contro i coobbligati, i fideiussori del debitore e gli obbligati in via di regresso;
  • salvo patto contrario, gli accordi di ristrutturazione della società hanno efficacia nei confronti dei soci illimitatamente responsabili, i quali, se hanno prestato garanzia, continuano a rispondere per tale diverso titolo, salvo che non sia diversamente previsto.